porte a soffietto

porte a soffiettoLe porte a soffietto, non solo per problemi di spazio.
Quando si sceglie una porta a soffietto detta anche porta a libro, non sempre è per un problema legato al poco spazio a disposizione.
Spesso la scelta ricade su questo tipo di porta semplicemente perché piace.
Sicuramente questo elemento è utilissimo nel caso che una porta tradizionale riduca il movimento e pregiudichi l’apertura. La decisione di installarla potrebbe dipendere anche dall’estetica della porta che molte volte presenta un design talmente accattivante, che non si può fare a meno di sceglierla per impreziosire l’ambiente con un elemento singolare.

La scelta della porta viene fatta sempre a seconda dell’arredamento di cui si dispone infatti, è preferibile scegliere un modello compatibile con lo stile dei mobili presenti in casa.
In commercio e sui siti web predisposti alla vendita di porte e portoncini d’ingresso, ci sono innumerevoli varietà di porte a soffietto in stile rustico o classico e con laccature dalle diverse tonalità.
Si tratta di elementi minimali ma anche più elaborati e che si adattano a contesti tradizionali ma anche a quelli moderni e contemporanei.
Se non si hanno le idee ben chiare, conviene valutare oculatamente l’acquisto per poter decidere senza fretta ed acquistare un elemento di pregio che apporti anche il dovuto comfort all’abitazione.

Porte cieche o con inserti, per ogni esigenza una soluzione.
Innanzitutto, bisogna sapere che le porte a soffietto possono essere ‘cieche’ oppure corredate da inserti di diversi materiali e tra questi, troviamo il vetro che è uno dei più eleganti e raffinati.
Le porte cieche possono essere scelte di un’unica tonalità ma anche con decorazioni affascinanti effettuate sul legno grezzo.
Si tratta di disegni molte volte realizzati artigianalmente o di stampe sapientemente impresse sul pannello che abbelliscono le porte a soffietto rendendole ancora più prestigiose e spezzano la loro continuità.
Le porte con inserti in vetro invece, possono essere scelte con vetri chiari, semplici e trasparenti adatti ad uno studio o una camera dei ragazzi.
I vetri opalini invece, sono idonei a quelle camere come il bagno o lo sgabuzzino dove si vuole osservare la giusta privacy.
Di grande effetto sono i vetri lavorati dove la scenografia riveste un ruolo decisamente importante con il suo design che affascina grazie al ‘vedo non vedo’ dei disegni dai colori vivaci.
Si tratta di inserti notevolmente graditi che procurano giochi di luce per il riflesso dei raggi solari che aumentano la bellezza degli ambienti senza appesantirli.
Molto apprezzati sono anche gli inserti metallici che specialmente nelle aree interne, hanno un ruolo fondamentale perché le porte a soffietto diventano un vero e proprio complemento d’arredo contemporaneo.
Per scegliere le porte a soffietto adatte alla propria abitazione bisogna considerare il budget che si ha a disposizione anche se bisogna dire che la porta più ambita è quella in legno che è capace di arredare e ‘coccolare’ con l’inconfondibile calore che l’essenza sa donare agli ambienti.

Il facile montaggio e la comodità delle porte a soffietto.
Specialmente quando si hanno a disposizione spazi di ristretta metratura in cui vivere, le porte a soffietto diventano necessarie laddove una porta a battente ostacolerebbe le manovre quotidiane.
Ogni spazio va sfruttato al meglio e non va sprecato e con l’ausilio delle porte a soffietto, si recuperano metri che possono risultare utili.
Le porte si possono utilizzare non solo per chiudere i vani ma anche per dividere una zona dall’altra, per chiudere un nicchia destinata ad armadio o per dare la corretta chiusura ad una libreria.
Il montaggio delle porte a soffietto è estremamente facile infatti, l’installazione si può eseguire anche autonomamente e senza l’aiuto di un operaio.
Ogni elemento acquistato sui siti web che si occupano di vendite di porte per interni, è corredato da minuziose spiegazioni.
È importante la misurazione accurata del telaio per eseguire i fori in corrispondenza dei segni e i morsetti vanno messi ad incastro facendo corrispondere le guide contro le guide che servono a far scorrere la porta.
Per permettere che queste scorrano efficacemente, occorrerà lubrificare i binari con dell’olio apposito e i pannelli scivoleranno senza problemi.
Entrambe le guide vanno fissate ai morsetti di montaggio sia a destra che a sinistra dei binari.
Solo quando il lavoro sarà terminato, si potranno applicare le maniglie nei fori pre-realizzati ed avvitarle con le viti presenti nelle confezioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.