Finestre in pvcLe finestre in pvc sono infissi domestici ampiamente utilizzati e il merito è proprio del pvc, che è il più versatile tra i materiali plastici. Il pvc è un polimero, che miscelato con materiali metallici assume la rigidità tale da renderlo adatto per la produzione di serramenti.
I vantaggi delle finestre in pvc
Le finestre in pvc presentano notevoli vantaggi che le rendono competitive rispetto ad altri infissi. Il pvc possiede un ottimo grado di isolamento termico grazie alla sua bassa conducibilità. Questa caratteristica deve essere misurata mediante il rapporto di trasmittanza (W/mqk), il cui risultato dovrebbe variare in un range che va da 1,1 a 1,3 Uw. L’isolamento termico deve essere adeguato alla fascia climatica in cui è posizionata l’abitazione, che corrisponde ad un valore minimo di prestazioni termiche al fine di ridurre la dispersione di calore.

Le finestre in pvc presentano il vantaggio di essere durevoli nel tempo, essendo resistenti agli attacchi degli agenti atmosferici. Non necessitano di manutenzione e con l’abbinamento al doppio vetro diventano fonoassorbenti, garantendo un buon isolamento acustico. Altro vantaggio è la facilità con cui è possibile procedere alla pulizia, limitando i danni da muffe ed altri microrganismi. Facendo un confronto tra costi e benefici, le finestre in pvc presentano anche dei vantaggi economici e costano meno rispetto ad infissi prodotti con altri materiali. Da un punto di vista estetico, si abbinano facilmente allo stile dell’abitazione, in quanto possono verosimilmente assomigliare al legno adattandosi ad un arredamento classico. Se la casa è in stile moderno si può scegliere tra una vasta gamma di colori con la possibilità della doppia tonalità per l’esterno, spesso sottoposto a vincoli paesaggistici e condominiali.

Gli aspetti negativi delle finestre in pvc
Le finestre in pvc presentano anche degli aspetti negativi, che è opportuno menzionare. Rispetto alle finestre in legno, le finestre in pvc non donano la stessa sensazione di calore e sono sensibili ai raggi solari con rischio di scolorimento. Per questo motivo le aziende di produzione consigliano spesso di acquistare finestre di colore bianco-avorio almeno all’esterno, se i vincoli condominiali e paesaggistici lo consentono. Un altro rischio da non sottovalutare è la tendenza del pvc ad emanare sostanze tossiche in caso d’incendio. Il calore e l’alta temperatura favoriscono la trasformazione di questo materiale in acido cloridrico e diossina, dannosi per la salute. Si tratta di casi estremi che si verificano per eventi accidentali, per cui non costituiscono un deterrente per l’acquisto.

Assemblaggio fai-da-te o prodotto finito
L’acquisto del prodotto finito da un’unica azienda di produzione rappresenta un vantaggio per l’acquirente. Tutte le fasi della lavorazione e tutti i componenti delle finestre in pvc rispondono a standard di qualità, prefissati dalle norme di legge. Quando vengono acquistati parti componenti per assemblare le finestre con il fai-da-te, non è certa la provenienza di ogni singolo pezzo. Non tutte le aziende aderiscono agli stessi standard di qualità a causa del loro posizionamento geografico. Ad esempio, i paesi del Sud Europa devono rispettare gli standard previsti per la classe S, relativi ad un clima severo. I paesi dell’Est Europa invece aderiscono agli standard della classe M e l’installazione in Italia di questi componenti sottopone le finestre al rischio di deformazione a causa delle temperature più alte in estate. Sul prodotto assemblato è difficile valutare la tracciabilità e la conformità agli standard qualitativi, per cui è consigliabile l’acquisto del prodotto finito che offre ulteriori garanzie. Infatti, se il prodotto non è conforme viene sostituito, mentre le parti componenti sono difficilmente reperibili. La qualità delle finestre in pvc viene misurata anche in termini di finitura. Per produrre l’effetto legno alcune aziende di produzione utilizzano una pellicola sottilissima sulla superficie, che con il tempo rischia di deteriorarsi. Ci sono alcune aziende che con sistemi all’avanguardia producono finiture goffrate senza pellicola, producendo qualsiasi effetto in una vasta gamma di colori.

Tecniche di installazione delle finestre in pvc
L’installazione delle finestre in pvc avviene creando dei fori sul telaio in posizione centrale rispetto al profilo. Il fissaggio al muro avviene con viti autofilettanti universali per muratura, che con il loro sistema consentono al telaio di rimanere nella posizione opportuna per inserire la schiuma isolante. Il controtelaio e la schiuma sono coperte con un coprifilo universale incollato con sigillante, che costituisce la base d’appoggio delle finestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.